La ‍Terza Rivoluzione Industriale‍ (o era elettronica) è detta così perchè in questo periodo si ha un miglioramento della vita di tutti i giorni grazie a innovazioni come la lavatrice, il computer, la televisione, l'utilizzo di nuovi mezzi di trasporto ecc.
La Terza Rivoluzione Industriale inizia alla fine della Seconda Guerra Mondiale e va avanti ancora oggi.

rivoecon.jpg
Copertina dell'Economist del 20 aprile 2012, dedicata alla III rivoluzione industriale


Terza Rivoluzione Industriale dal punto di vista informatico

La terza rivoluzione industriale da un lato esalta alcuni aspetti che erano comparsi durante la seconda rivoluzione industriale, diviene normale usare derivati del petrolio come combustibili per vari tipi di veicoli, si diffonde capillarmente l'utilizzo di energia elettrica etc., dall'altro trova il suo cardine nell'informatica e, in particolare, nella informatizzazione dei processi produttivi.
Se dovessimo fissare una data dovremmo risalire all'invenzione, nel 1948, del transistor, meno ingombrante ma più pot
Ieri
Ieri
ente delle valvole con il quale funzionavano le radio e le televisioni. Il transistor, insieme ai circuiti integrati e ai micro-processori, ha permesso di miniaturizzare tutti gli strumenti elettronici.
Il primo calcolatore elettronico nasce negli Stati Uniti nel 1946 ed era molto ingombrante: funzionava per mezzo di 19 mila valvole ed era grande quanto una sala da ballo. Successivamente i microprocessori e i circuiti integrati hanno permesso di ridurre le dimensioni ed aumentare la potenza, la velocità e le funzioni del calcolatore. Negli anni '60 nascono i primi dispositivi in grado di concentrare grandi quantità di energia in poco spazio, grazie al laser, che viene utilizzato in medicina per le operazioni chirurgiche, in campo militare, per registrare e riprodurre suoni, come ad esempio il compact disc.
I primi personal computer entrarono in commercio nel 1977, e si diffusero rapidamente. Lo sviluppo dei computer permise lo sviluppo di due nuove tecnologie dell'informazione: quella informatica e quella telematica.
Oggi
Oggi

‍Negli anni '70 e '80 comincia la diffusione di Internet, nato da un progetto militare denominato Arpanet. Internet permette di far pervenire ad ogni persona che abbia un computer qualsiasi informazione in tempo reale.
‍Negli anni '90 Tim Berners-Lee, uno scienziato inglese che lavorava a Ginevra, inventò il Word Wide Web (WWW), un sistema che rivoluzionò il mondo di internet permettendo di collegare diverse informazioni cliccando una parola o un'immagine: si trattava del collegamento ipertestuale, meglio noto con il nome inglese di link.

Terza Rivoluzione Industriale nella vita quotidiana

Nel corso del Novecento si assiste quindi ad un sostanziale cambiamento nella vita quotidiana delle persone.
Quasi in ogni casa arrivava l'energia elettrica, e ciò permise una diffusione degli elettrodomestici: I ferri da stiro elettrici sostituirono quelli riscaldati sulle stufe o sulle braci ardenti; gli aspirapolveri, i frigoriferi domestici, i condizionatori e le lavatrici facilitarono il lavoro casalingo e resero le abitazioni più pulite e confortevoli. Si diffusero i telefoni e le radio, già comuni dagli anni Trenta. Il cinema divenne molto popolare e nel 1927 uscì il primo film sonoro.
A partire dagli anni Cinquanta-Sessanta il televisore divenne lo strumento principale di comunicazione: veniva usato per diffondere cultura e informazione, ma fu anche un potente mezzo di propaganda.
In questo periodo ci fu anche una trasformazione del settore dei trasporti: si diffusero le utilitarie (In America già dal 1910, in Italia nel 1936, ma nel resto dell'Europa e in Giappone solo nel secondo dopoguerra).
Dopo la guerra gli aerei vennero utilizzati più largamente per il trasporto di merci e persone. Negli anni Sessanta gli aerei a reazione vennero utilizzati per il trasporto di civili.
La trasformazione più recente è quella legata alla diffusione sempre più massiccia di informatica e telematica.

Nuove fonti di energia nella Terza Rivoluzione Industriale

La Terza Rivoluzione Industriale è caratterizzata anche dallo sviluppo di fonti di energia rinnovabili alternative a fonti come il petrolio e il carbone. Queste energie, utilizzate per la produzione di energia elettrica, sono l'energia eolica, l'energia solare, l'energia idroelettrica, l'energia mareomotrice, l'energia geotermica, l'energia nucleare...