Morfologia - Parti del discorso

Un simpatico repertorio di risorse per la didattica della grammatica frastica

Introduzione

La morfologia è il settore della linguistica che si occupa di studiare il modo in cui si formano le parole, i processi di flessione, di derivazione e di composizione. 
Si è notato che l'insieme delle parole che fanno parte di una lingua possono essere suddivise in classi, ossia in raggruppamenti di parole che possiedono proprietà comuni. Tali gruppi sono tradizionalmente chiamati parti del discorso e sono suddivisi in parti variabili del discorso e parti invariabili del discorso.

PARTI VARIABILI

Fanno parte di questo gruppo le parti del discorso che possono mutare la propria desinenza.

  1. ARTICOLO (lo, gli, la, le)

  2. NOME (cane, cani, casa, case)

  3. AGGETTIVO (bello, bella, gentile, gentili)

  4. PRONOME (io, noi, suo, sua)

  5. VERBO (canto, canta, canteremo)

PARTI INVARIABILI

Fanno parte di questo gruppo le parti del discorso che non mutano mai di forma.

  1. AVVERBIO (mai, oggi, gentilmente)

  2. PREPOSIZIONE (di, a, da)

  3. CONGIUNZIONE (e, perciò, perché)

  4. INTERIEZIONE (ah!, ahi!, ahimé!)

Tavola riassuntiva morfologia - analisi grammaticale

Verbo

Il verbo è la parte variabile del discorso che indica, collocandola nel tempo, un’azione compiuta o subita dal soggetto, oppure uno stato, un modo di essere, in una parola un processo collocato nella dimensione temporale.

Per questo motivo, e per la ricchezza delle informazioni che comunica, il verbo ha un ruolo fondamentale nel meccanismo della frase (non a caso “verbo” deriva dal latino verbum, che significa «parola»: è la parola per eccellenza). La nostra vita è intessuta di azioni e di sentimenti, che trovano proprio nei verbi lo strumento di espressione privilegiato.

Tutti i verbi della lingua italiana sono suddivisi in tre coniugazioni sulla base della desinenza dell’infinito presente (-are, -ere, -ire).

In quanto parte variabile del discorso il verbo è composto da radice e desinenza: cant-o, cant-av-o, cant-are.

Rispetto alle altre parti variabili del discorso la flessione del verbo, che si chiama coniugazione, è molto ricca e ci offre indicazioni su queste categorie grammaticali:

  • PERSONA: La prima persona indica chi parla (io, noi); la seconda persona a chi si parla (tu, voi); la terza persona di chi si parla (egli, loro).
  • NUMERO: singolare (io, tu, egli) o plurale (noi, voi, essi).
  • TEMPO: Indica il momento in cui avviene l'azione (scrivo, scrissi, scriverò). Ci sono tempi semplici e composti. I tempi composti sono quelli formati unendo gli ausiliari essere o avere al participio passato del verbo (es.: ho cantato, siamo andati, avevo studiato).
  • MODO: Indica la maniera, il "modo" in cui l’azione del verbo viene espressa. Ci sono quattro modi finiti, che esprimono l’azione in maniera determinata: indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo; e tre modi indefiniti, che esprimono l’azione in maniere indeterminata, senza distinzione di persona: infinito, participio, gerundio.

La coniugazione ci consente anche di esprimere in diversa maniera la relazione tra l’azione e il soggetto logico (ad esempio: “Luigi mi ha picchiato” oppure “Sono stato picchiato da Luigi”): si parla in questo caso di diàtesi.

Verbo - mappa concettuale

Il verbo - Esercizi interattivi

Nome (sostantivo)

È la parte del discorso che ci permette di fare riferimento ai diversi aspetti della realtà: indica persone, animali, cose, azioni, sentimenti, idee, concetti, luoghi, periodi di tempo… (Mario, ragazza, leone, vestito, corsa, amore, libertà, Medioevo…).

Nome_mappa

Il nome - esercizi interattivi

Aggettivo

L'aggettivo è una parte variabile del discorso che accompagna un nome per qualificarlo o per determinarlo meglio.
La macchina veloce, Il cane simpatico, una meravigliosa sorpresa, il mio tesoro, quattro gatti.

Aggettivo_mappa

Aggettivo - esercizi interattivi

Articolo

L'articolo è una parte variabile del discorso che poniamo davanti ad un nome per indicargli il genere (il preside, la preside) o il numero (la città, le città). Gli articoli precedono sempre dei sostantivi (nomi) e ci aiutano a costruire delle frasi più chiare.

  • Articolo - scheda
    Che cos'è, come si classifica e come si fa l'analisi grammaticale dell'articolo - testo semplificato

Articolo - esercizi interattivi

Pronome

Il pronome è una delle parti variabili del discorso. Lo si usa per sostituire un nome (o altro) oppure per riferirsi a un elemento del contesto in cui si svolge il discorso (funzione deittica).

Pronome - classificazione

Pronomi - esercizi interattivi

Preposizione

Le preposizioni sono parole invariabili che creano relazioni tra le parole, formando complementi (il cane di Luigi) e proposizioni (Luigi è uscito per incontrare Luisa).

Preposizione mappa

Preposizioni - esercizi interattivi

Congiunzione

La congiunzione è la parte invariabile del discorso che congiunge fra loro gli elementi di una proposizione (Giovanna e Carla fanno i compiti) o due proposizioni (Giovanna fa i compiti e Carla mangia la zuppa di broccoli).

Congiunzione mappa

Congiunzioni - esercizi interattivi

Avverbio

L'avverbio è una parte invariabile del discorso che modifica il significato di una parola o di un'intera frase.
Luigi è un tipo che raramente perde la pazienza

Interiezione

Parola o espressione invariabile che esprime in modo immediato un sentimento o una sensazione.

interiezione mappa

Video da yt

https://www.youtube.com/watch?v=uYWy6r7lH18&list=PLsLBNKs3-030bEMTnVqOTQ0BU_33ZT6ZZ&ab_channel=HUBScuola


Playlist grammatica Hub Scuola